Le vittime del crimine

Variants
€ 15,29€ 17,99(- 15%)
+
-
Ic cart white
Authors : Anna Maria Giardini, Barbara Nardi ISBN : 8876408427d0100 School subject : CLINICAL CRIMINOLOGY, JUDICIAL PSYCHOLOGY AND FORENSIC SCIENCES Publisher : Edi.Ermes License duration (days) :
Digital version of the book, no paper-based copy
This book requires Digibook24® applications
  • peso
    Book weight 25.5 MB
  • pagine
    Book pages 218
  • risorse
    Extra resources None
  • liquid
    Liquid text Yes

Description

Le vittime spesso non hanno nome né volto. Tutti ricordano i casi di cronaca, presentati con dovizia di particolari riguardanti l’autore dell’omicidio; poco si dice e si ricorda delle vittima. Per chi lavora in settori che prevedono l’interazione con le vittime è fondamentale conoscerne gli aspetti psicologici rilevanti, per individuare le migliori strategie di intervento.
Il volume, introdotto da un testo del Capo della Polizia, Antonio Manganelli e scritto da chi ha operato attivamente sul campo, approfondisce un tema complesso e ancora poco dibattuto, presentandone le prospettive psicologico-sociali e criminologiche.
Infatti, poco interesse è stato rivolto, in ambito criminologico, ai diritti delle vittime e alla comprensione dei loro bisogni, fattori essenziali per favorire i processi di raccolta di prove indiziarie e per diminuire o eliminare il rischio di vittimizzazione secondaria, conseguenza di un trattamento insensibile all'interno del sistema di giustizia penale.
Nonostante i contributi presenti in letteratura attualmente siano numerosi, è ancora necessario approfondire la ricerca per verificare l'efficacia di alcune strategie proposte e per valutare in modo scientifico le ricadute della tipologia di accoglienza alle vittime sulle conseguenze a lungo termine dei reati. Il volume proposto va in questa direzione.
Il testo nasce dalla collaborazione tra esperti provenienti dal mondo accademico e dal mondo professionale che hanno partecipato a un importante progetto europeo: “Attention for Victims of Crime (Daphne II Programme 2004-2008)”.

Liquid text

Thanks to the liquid text format, content is automatically reorganised to fit any screen size. This option also enables to change the font, the character's size and colour, the background colour, to search for text and to use the integrated text-to-speech reader.